domenica 25 maggio 2014

Torta per la cresima

Buonasera!!!
Questo weekend è stato decisamente uno sprazzo di sole fra la pioggia :)
Un po' di coincidenze fortuite e un impegno importante: cresima e comunione di mio fratello!
Potevo non preparargli la torta?! Ovviamente no... secondo i suoi gusti, e secondo i miei tempi, quindi  una roba piuttosto veloce ma buonissimissimissima... Provatela, non ve ne pentirete!

TORTA VANIGLIA E LIMONE
per una cresima speciale

torta decorata ricetta

Base: torta al mascarpone
Bagna al limone
Farcitura: Crema pasticcera
Copertura: chantilly francese

torta decorata

Base, ingredienti per una teglia da 24 cm
250 gr. di mascarpone a temperatura ambiente
250 gr. di farina "00"
170 gr. di zucchero semolato
1 uovo a temperatura ambiente
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
la buccia grattuggiata di un limone

Procedimento:
1. Preriscaldare il forno a 180°C. Imburrare e infarinare la tortiera.
2. Sbattere il mascarpone con lo zucchero. Aggiungere l'uovo e la buccia del limone e sbattere fino ad ottenere un composto omogeneo. Fare altrettanto con la farina, il lievito e il sale.
3. Trasferire nella tortiera e cuocere per circa 40 minuti.

torta decorata

Bagna: Portare a bollore in un pentolino 1 bicchiere d'acqua, il succo di un limone  e 3 gocce d'olio essenziale al limone.

Crema pasticcera, ingredienti:
200 gr. di latte intero
70 gr. di zucchero
3 tuorli a temperatura ambiente
50 gr. di panna fresca
8 gr. di amido di riso
8 gr. di amido di mais
1/2 bacca di vaniglia

Procedimento:
1. In un pentolino versare il latte con la panna e i semi della vaniglia. Mettere sul gas a fuoco basso.
2. A parte sbattere lo zucchero con i tuorli. Poi aggiungere gli amidi setacciati e fare altrettanto. Trasferire il tutto nella padella, alzare il gas e NON MESCOLARE finchè il latte bolle. Solo quando vedete il latte emergere dalle pareti mescolate con una frusta, spegnete il fuoco, trasferite in una pirofila e coprite con pellicola trasparente a contatto.
4. Passate 5 minuti in freezer e poi in frigo.

Chantilly francese: Montare 450 gr. di panna con 90 gr. di zucchero semolato (1/5 del peso della panna).

Assemblaggio: Tagliare la torta, una volta fredda, in 2 parti: bagnare le due metà, versare su quella inferiore la crema pasticcera dopo averla sbattuta, avendo cura di lasciare mezzo cm dal bordo. Coprire con l'altra metà. Armarsi di sac à poche e chantilly e... divertirsi! :D

decorazioni torta panna

torta a strati fai da te

e una volta tanto, si vede anche la pasticcera XD


Buona settimana a tutti!

martedì 13 maggio 2014

Flourless peanut butter cookies e pezzi di vita

Questo è per me oramai molto più che un semplice luogo dove condividere le mie ricette, i miei successi e i piccoli disastri in cucina.
E' diventato una specie di mondo tutto mio, attraverso il quale ho potuto conoscere altre meravigliose persone.
E' un foglio bianco su cui posso scrivere tutto quello che mi passa per la testa.
E' un diario su cui annoto ciò che la vita mi ha riservato.
Niente di bello, almeno negli ultimi giorni.
Vorrei potervi mostrare una torta meravigliosa creata per la festa della mamma. Perchè lei, la mia, se la sarebbe meritata tutta. Ma quella torta ancora non c'è stata.
Io a Milano, lei a casa, in una fantastica settimana da incubo. Mentre pazientemente mi destreggio tra tesi, lavoro di gruppo, libri vari e lingua spagnola, lunedì scorso una carissima mail mi avvisa di imminenti lavori di ristrutturazione nella residenza in cui alloggio e proprio solo nel piano in cui sto io. Morale: fare baracca e burattini entro domenica 12. 
Martedì. Dopo 8 mesi trascorsi tra ospedali e letto, mia nonna 94enne ci ha lasciato. Sono sollevata per mia madre, che avendola accudita da sola, oramai stava raggiungendo il limite. Ma essendo stata lei a crescermi, vi lascio immaginare il senso di vuoto che sto provando. Insieme al dispiacere per quei cinque minuti in più che avrei potuto trascorrere con lei, per quell'ultimo "ti voglio bene" che non le ho detto, per quel bacio mancato, per quel tiramisù promesso che tanto le piaceva e non avrà mai. Per quell'essere arrivata a tanto così dal vedermi laureata e non poterlo urlare con orgoglio al mondo. Tante piccole cose che adesso sembrano grandi.

Carpe diem, dicevano. Carpe diem sarà d'ora in avanti il mio motto. 

Ma proseguiamo. Mercoledì-Giovedì lezioni, poi un veloce salto a casa venerdì per i funerali, così mi sono pure persa il ricevimento settimanale dalla mia docente relatrice.
Sabato in mattinata torno a Milano e inizio a spostare roba su roba. E pulire.(Che secondo me quelli dell'Esselunga, con tutti i detersivi che ho comprato, avranno pensato dovessi rassettare un condominio, non un buco di due metri quadri.) Quando finalmente domenica ho finito non mi pare vero.
Lunedì: la tiritera ricomincia. Speriamo in una settimana migliore. Non che ci voglia poi molto.

Vi lascio la ricetta di questi biscotti perchè viste le numerose cose da fare, sono talmente facili e veloci che ben si addicono a tutto questo trambusto. Però sarò sincera: questi biscotti o si amano o si odiano. Hanno un gusto particolare e tutto loro, grazie al mix dolce-salato e al forte aroma di arachide. Io più di uno (alla volta) non sono riuscita a mangiarne. Pasticcere avvisato... :P

FLOURLESS PEANUT BUTTER COOKIES
Da "Cookies" di Martha Stewart

biscotti burro d'arachidi e cioccolato ricetta

Ingredienti  per 2 teglie (circa 24 pezzi)

255 gr. di burro d'arachidi
140 gr. di zucchero semolato
100 gr. di gocce di cioccolato fondente
70 gr. di arachidi tostate e salate
1 uovo
1/2 cucchiaino di bicarbonato

Procedimento:

1.(Nel frattempo accendere il forno a 180°C.) In una ciotola amalgamare il burro d'arachidi con lo zucchero. 
2. Poi aggiungere l'uovo e il bicarbonato e mescolare bene.
3. Infine versare le gocce di cioccolato e le arachidi. Girare il composto finchè non risultano ben distribuite.
4. Formare delle palline, adagiarle sulla placca coperta di cartaforno e cuocere per 18-20 minuti (ma dipende dal forno). Una volta cotti, prima di spostarli attendete che si compattino: appena tolti dal forno, infatti sono morbidi, proprio come accade con i normali cookies :)

cookies burro d'arachidi e cioccolato ricetta

Se tornerò presto ai fornelli, è perchè so che lei credeva in me. Mi sosteneva. E mi sostiene ancora. In un certo qual modo lo sento. Non con le orecchie, ma col cuore. Nulla è cambiato: ho solamente un angelo in più a mostrarmi la via... Grazie di tutto, nonna!

by ogniricciouncapriccio

sabato 3 maggio 2014

La mia treccia Bertelli

Dire che sono scioccata è poco.
Ancora non ci credo di esserci riuscita... Voglio dire, la vedete??
Dopo aver visto le foto sul blog della mitica Pinella ho deciso che dovevo assolutamente provarci...
Ho avuto qualche inconveniente di percorso perchè io mica le so le dosi del licoli e la differenza che ha con la pasta madre... E l'impastatrice quaggiù... sono ancora le braccia! Palestra gratis :P
Ho quindi modificato la ricetta secondo le mie esigenze, ma il risultato parla da sè: è durata mezz'ora più il tempo di fare le foto!!! Mi sono pentita di aver fatto metà dose! Infatti ho ne già un' altra in frigo a lievitare XD

Treccia Bertelli "rivisitata" 

ricetta treccia brioche

Ingredienti
200 gr. di farina "00"
50 gr. di farina manitoba
75 gr. di licoli rinfrescato 2 volte
70 gr. di zucchero semolato
100 gr. di latte
1 tuorlo
38 gr. di burro
2 gr. di sale
mezzo cucchiaino di malto
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
+
1 tuorlo
2 cucchiai di latte
granella di zucchero
zucchero a velo

ricetta brioche

Procedimento
Giorno 1
(h. 14) Per prima cosa, in una ciotola sciogliete il licoli nel latte tiepido col malto.
Con una forchetta amalgamatevi la farina manitoba. Mescolate fino a completo assorbimento. fate lo stesso per lo zucchero, il tuorlo, e la vaniglia. Infine versate anche la farina e il sale, iniziando ad impastare. Quando l'impasto sarà compatto, lasciatelo riposare 15 minuti in frigorifero. Contemporaneamente estraete il burro dal frigo e tagliatelo a fette.
Riprendete l'impasto e incorporatevi il burro poco alla volta. Impastate per una ventina di minuti o finchè appare incordato.
Lasciatelo riposare al caldo (io forno con la lucina accesa) coperto con pellicola per 1 ora.
Dopodochè riprendetelo, date un giro di pieghe, lasciatelo mezz'ora a riposare al caldo e ripetete l'operazione. A questo punto mettete l'impasto in frigo fino al giorno dopo.

Giorno 2
(h.7) Togliete l'impasto dal frigo e mettetelo nel forno con la lucina accesa.
Una volta che l'impasto avrà raggiunto la temperatura ambiente, date un altro giro di pieghe. 
Lasciatelo lievitare ancora, finchè appare bello gonfio. Ora riprendetelo, dategli la forma di una treccia e lasciatelo lievitare ancora un'oretta.
(h. 12) Spennellate la treccia con il tuorlo sbattuto con il latte, spargete un po' di granella e cuocete in forno già caldo a 180°C per 25-30 minuti circa. 
Lasciate raffreddare un attimo e poi completate il raffreddamento su una gratella. Spolverate con zucchero a velo.

ricetta treccia brioche

Mai fatto un lievitato così soffice e buono!


NB.

- La quantità di farina "00" è indicativa, potrebbe volercene di meno o di più. Se ve ne dovesse servire di più aggiungetene tranquillamente finchè l'impasto non è più appiccicoso ma fate quest'operazione dopo averlo fatto riposare in frigo.
- Se non avete il licoli usate il lievito di birra o quello madre: per le proporzioni vi rimando al post originale (link sotto il titolo)
- Io ho spennellato la treccia appena tolta dal forno con il latte: questo l'ha resa ancora più soffice!
- Se non avete il malto potete utilizzare il miele.

A presto, Baci! 
By ogiricciouncapriccio