giovedì 28 gennaio 2016

Crostata con pasta frolla vegan all'acqua e olio

Ciao! 
Tra esami e stage, e meno di un giorno a settimana a casa, mi riesce un po' difficile avere il tempo materiale di scrivervi le ricette... perché sì, in quell'unico giorno io riesco anche a cucinare e fotografare :D E sì. le foto non sono sempre il massimo, ma pazienza.

Oggi vi propongo una ricetta nata da un video che ho visto su youtube, de Il goloso mangiar sano, -canale che fra l'altro mi piace un sacco -sulla pasta frolla vegana, che mi ha incuriosito e ho voluto cimentarmi. Ho provato la loro ricetta ma non mi ha convinto la consistenza della pasta, che con uno zucchero di canna a grana grossa rimaneva granulosa, poco liscia e tendente a spezzarsi. Così come volevo eliminare il latte vegetale, che poi usato in piccole quantità mi rimane aperto e devo sempre inventarmi altro per finirlo. 

Allora cosa ho fatto? Beh, semplice: ho scombinato la grammatura della ricetta e ho ricombinato gli ingredienti in modo tale che lo zucchero si sciogliesse e la pasta risultasse liscia e vellutata.
Nota importante che ho imparato per quando si fa una "frolla" all'olio è... usare il lievito: poco, ma ci vuole, altrimenti si rischia un prodotto durissimo e immangiabile.

Il risultato di questa ricetta si è poi evoluto in una crostata che, a casa, ha avuto anche maggior consensi di quella fatta con la frolla di un grande maestro. E con questo io ci sono rimasta di sasso.

Crostata con pasta frolla vegana all'acqua e olio


pasta frolla light senza burro

Ingredienti per una crostata da 20 cm di diametro (e avanza un po' di pasta)

180 g di farina di farro
80 g di zucchero di canna
60 g di acqua 
35 g di olio di riso 
20 g di amido di mais
3 gr. di lievito per dolci
i semi di mezza bacca di vaniglia (o 1 bustina di vanillina o altro aroma a scelta)
Un pizzico di sale
marmellata a piacere q.b.


ricetta crostata light all'olio e acqua

Procedimento
1. In una ciotola versare lo zucchero e mescolatelo con l'acqua, leggermente tiepida. Poi aggiungete l'olio, il sale e l'aroma.
2. Aggiungete anche la farina setacciata con il lievito e l'amido e impastate fino ad ottenere un panetto. Avvolgetelo nella pellicola e mettete in frigo a riposare per un'ora.

pasta frolla light ricetta

3. Dopodichè prendete la pasta, stendetela con il matterello e utilizzatela per foderare la tortiera che userete per la vostra crostata.  Preriscaldate il forno a 170°C.

pasta frolla senza burro ricetta

4. Eliminate i bordi in eccesso e preparate le strisce. Bucherellate il fondo e stendete uno strato omogeneo di marmellata. Terminate con le strisce e aggiustate il bordo.

crostata light ricetta senza burro e senza uova

5. Cuocete per circa 30 minuti o comunque finchè non sarà bella dorata. Poi lasciate raffreddare in teglia e solo una volta fredda sformatela.

crostata acqua e olio ricetta

Se la provate fatemi sapere, mi raccomando! Che ancora non mi capacito che per i miei sia così buona :D

A presto! 
by gniricciouncapriccio


giovedì 21 gennaio 2016

Di vincitori e compleanni... sempre di cibo e regali parliamo :)

Vi ho fatto aspettare a sufficienza, credo.
Anzi, forse troppo.
Ma perdonate, è un periodo alquanto incasinato.
Ieri sera mi sono messa a rispulciare tutte le ricette.
Che me ne avete lasciate 17, vi siete accorti?
Dicono porti sfortuna!
E invece per qualcuno...

volete sapere chi ha vinto?


Beh, prima vi mostro la mia prima torta di compleaano (che essendo il 20 gennaio caduto di mercoledì, ho pensato bene di farne due: una nel weekend prima e una in quello dopo!)



Per la ricetta vincitrice invece, ho scelto...


E ci terrei a  farle i miei più sentiti complimenti, sembrano delle soffici nuvolette al cioccolato, e lo sapete forse meglio di me, che i lievitati non sono facilissimi da fare. Inoltre, guardate che foto!! (qui non le vedete perché non si possono copiare, ma basta cliccare sul link!) Ah c'è pure un altro fattore determinante... è mia coetanea :D ottima annata quella del '92, diciamocelo!

Le altre ricette con cui ho "combattuto" nella scelta sono ben 4...

Corona di brioches bouclette di Oggi vi cucino così 
Soffio d'amaretto di Cucina con Giusy dolce e Salato
Brioche all'acqua di Le ricette di Ciccia Bacilla

Ringrazio tutti quanti per aver partecipato e spero di organizzare a breve un altro contest.

Chiedo poi gentilmente alla vincitrice di inviarmi i suoi dati per spedire il pacco al più presto :D mi puoi scrivere a lauramaffe92@gmail.com

Per gli altri che sono stati menzionati: avevo promesso che sareste finiti in copertina sulla mia pagina, pertanto se gradite che realizzi un collage con rimando alle vostre pagine, vi chiedo di inviarmi una copia della foto della ricetta che avete fatto (per mail, su Fb, come preferite). Se non vi interessa fatemelo sapere lo stesso che qui non vale il silenzio assenso.

A presto, 
Ogniricciouncapriccio


mercoledì 6 gennaio 2016

Finte mini quiches porri e pancetta

Ciao a tutti! 
Anche se con un pizzico di ritardo vi racconto quello che è stata la mia creazione per l'antipasto di S. Stefano.
Si tratta, in realtà, di un piatto molto molto semplice, dove ho utilizzato un ingrediente che mi riporta alla mia infanzia e ai miei nonni: i porri.
MMMH. Alimento insolito direte. Beh, sì.
Dovete sapere che, quando ero piccina, mio nonno li coltivava nel nostro orto, e benché non fossero un alimento particolarmente amato da noi, ne piantava in quantità (secondi solo ad un immensa coltura di fagioli che ci avrebbe sfamato un reggimento), e sembrava divertirsi a passare il tempo mozzandogli (io non ho ancora capito il perché...) la cima.
Non sto poi a raccontarvi le risate che ci siamo fatti (e i suoi brontolamenti) quando, nel "potarli", una volta, ha perso l'equilibrio e ci è finito sopra, schiacciandone uno, povero malcapitato, proprio con la fronte...
E fu così che dei porri passò l'incombenza a mio papà. ;)

Però, bisogna dirlo, che toccava alla nonna trasformare quelle ridenti verdure (che, mi raccomando, non si butta via niente!) in qualcosa di appetitoso: santa donna, quante se n'è dovuta inventare per farceli mangiare!

Ho voluto quindi "omaggiarla" e ricordarla durante le feste con un antipasto che potesse essere facile, veloce, preparabile in anticipo, molto sfizioso, abbastanza leggero, senza uova e portatore di un po' di verde speranza, con l'idea che potesse essere propizio per l'anno nuovo che si avvicinava.

Passiamo quindi alla ricetta: il costo di preparazione è medio; il tempo è circa mezz'ora di preparazione + venti/trenta minuti di cottura.

Finte mini quiches porri e pancetta

ricetta torta salata light

Ingredienti per 10/12 tortine o una torta grande

Per la base:
Un rotolo di pasta sfoglia rettangolare (oppure potete farla in casa)

Per il fondo di pangrattato:
30 gr. di pangrattato 
olio d'oliva (circa un cucchiaio)

Per il ripieno:
250 gr. di porri (peso da puliti)
100 gr. di pancetta a cubetti
120 gr. di latte
10 gr. di farina "00"
4/5 noci a pezzetti

Procedimento (clicca sulle foto per ingrandire)

1. Prendete il pangrattato e passatelo in padella con un filo d'olio, a fuoco medio-basso fino a che diventa dorato. Poi mettete da parte.


2. Ora lavate i porri, asciugateli, privateli della parte verde scura (che è dura) e della base. Poi tagliateli prima a metà per la lunghezza e poi a pezzettini. Metteteli in padella con un filo d'olio e fateli appassire. Poi aggiungete anche la pancetta. Quando questa diventa chiara, versate la farina e mescolate.


3. Versate anche il latte, alzate la fiamma e mescolate bene: questo vi farà ottenere un composto omogeneo e cremoso: vi siete appena fatti la besciamella in padella! (Grazie maestro Giorilli per la dritta!). Alla fine aggiungete anche qualche noce a pezzetti (un paio vanno benissimo, ma potete anche ometterle). Lasciate intiepidire.


4. Prendete la vostra pasta sfoglia, srotolatela e foderate i vostri stampini da crostatina (oppure potete fare una torta intera). Bucherellate la base e versateci un po' di pangrattato.


5. Poi aggiungete una buona dose di ripieno fatto coi porri e terminate ancora con pangrattato e noci spezzettate. Qua avete due strade: o coprite e mettete in frigo, oppure infornate a 180°C per 20-25 minuti o finchè saranno belle dorate e croccanti. Servite calde sono la fine del mondo!!


torta salata porri ricetta

Con questa ricetta partecipo al contest di Mamma Papera, categoria "Ricette di Natale"


Un bacione e mi raccomando, provateci perché a casa continuano a richiedermela!!

By ogniricciouncapriccio