domenica 22 febbraio 2015

Crostata morbida di marmellata

Avevo lavorato tanto per trovare la ricetta perfetta. O almeno, che lo fosse per me.
Poi, quando sono stata a Rimini, mi sono imbattuta in una morbida e profumatissima crostata. 
E sono tornata a casa con l'intento di prepararmene una uguale.
Presto fatto, e pure alla grande: i io-la-crostata-anche-no non hanno saputo resistere, e quelli che la mangiavano sempre... altrettanto :) è sparita in un attimo (nemmeno per le foto era intera!).

CROSTATA MORBIDA DI MARMELLATA

crostata morbida marmellata

Ingredienti per una tortiera da 20 cm e una crostatina 

200 gr. di farina "00"
100 gr. di zucchero semolato
50 gr. di farina di mandorle
40 gr. di burro
1 uovo
2 gr. di lievito
i semi di mezza bacca di vaniglia
un pizzico di sale

marmellata q.b. (io di fragole, circa 200 gr.)

crostata marmellata

Procedimento:
1. Iniziate impastando il burro con lo zucchero e la vaniglia. Poi aggiungete anche l'uovo e mescolate fino a che il composto non risulta omogeneo.
2. Aggiungete anche la farina di mandorle, il lievito, il sale e la farina "00" e impastate fino ad ottenere una pasta liscia: copritela con pellicola e lasciatela riposare in frigo almeno un'ora.

3. Riprendete l'impasto e stendetelo a circa mezzo cm di spessore: foderate le teglie e bucherellate il fondo.
4. Versatevi la marmellata, formate le strisce con la pasta avanzata e sistemate il bordo. Fate riposare una decina di minuti in frigo e poi cuocete in forno già caldo a 180°C finchè è bella dorata, per circa 30-35 minuti (la crostatina ovviamente sarà pronta prima).

crostata marmellata ricetta

crostata marmellata ricetta

Ciao ciao, buona settimana a tutti!
by ogniricciouncapriccio

martedì 17 febbraio 2015

Frittelle con panna, mele e uvetta

Nuvole fritte.
E' come definirei queste frittelle. 
Talmente leggere che non le senti neanche.
E ne mangeresti un quintale da solo.
Io vi ho avvisati ;)
E no, non è uno scherzo!

Frittelle con panna, mele e uvetta

frittelle mele ricetta

Ingredienti per un vassoio di frittelle
210 gr. di farina
60 gr. di zucchero
2 uova
1/2 bustina di lievito per dolci (8 gr.)
1 mela grande, sbucciata e a pezzetti
70 gr. di uvetta
un pizzico di sale
panna vegetale da montare q.b. (meno della confezione da 200 ml)*

olio di semi per friggere
zucchero a velo q.b.

*avevo solo quella in casa. Comunque non dovreste avere problemi con della semplicissima panna fresca. Per una versione più "light" usate il latte.

frittelle mele uvetta ricetta

Procedimento
1. In una ciotola mescolate la farina, lo zucchero, il sale e il lievito.
2. Fare una fontana e al centro mettete le uova. Iniziate a sbatterle con una forchetta o una frusta. Aggiungete anche la panna poco alla volta e continuate a mescolare cercando di inglobare gli altri ingredienti secchi. Aggiungetene fino ad ottenere un impasto omogeneo ma consistente (per intenderci: deve essere denso altrimenti è un disastro). Infine versate i pezzetti di mela e l'uvetta e mescolate bene, finchè risultano ben distribuiti.
3. Friggete l'impasto in olio bollente, aiutandovi a porzionare le frittelle con due cucchiaini.
4. Una volta cotte, lasciatele raffreddare sulla carta assorbente, poi cospargetele con lo zucchero a velo.

frittelle mele ricetta

frittelle mele e uvetta ricetta

A presto e buon martedì grasso!
By ogniricciouncapriccio

mercoledì 11 febbraio 2015

Mousse al cioccolato fondente e acqua

Non ne sono certa al 100%, ma credo di aver visto questa preparazione in una puntata di Bake off Uk. 
Qualcosa come la prima edizione.
Ed era rimasta lì, accantonata in un qualche cassettino nel mio cervello.
Poi, puff: settimana scorsa stavo pensando a cosa proporvi per San Valentino.
Ed ecco che mi è tornata in mente lei. 
Rigorosamente al cioccolato.
Perchè senza cioccolato che San Valentino è?
Si tratta di una mousse.
Ma super leggera.
Più leggera di qualsiasi mousse abbiate in mente.
Perchè... è fatta con acqua.
E ora non fatemi gli estremisti puritani dicendomi che cioccolato e acqua non possono stare insieme.
POSSONO. 
E qui, un po' come in amore, accade che gli opposti si attraggono.
Anzi...
mi piace pensare che proprio come in amore, questo dolce è tutta una questione di chimica :D

mousse cioccolato ricetta

Mousse leggera al cioccolato fondente e acqua

mousse cioccolato light

Ingredienti per la mousse:
cioccolato fondente
acqua naturale

grammatura: come spiegato da Dario Bressanini

acqua = percentuale di grassi del vostro cioccolato*grammi di cioccolato utilizzati /34

per questo bicchiere (calice da vino rosso) ho utilizzato 50 gr. di cioccolato fondente al 41% di grassi -> circa 60 gr. di acqua.

mousse cioccolato light

Procedimento:

1. Preparate due ciotole: una piccola e una più grande, in cui la piccola si possa incastrare. Preparate nella grande acqua fredda con ghiaccio (non servono per il dolce in sè, solo per raffreddare il tutto).
2. Mettete il cioccolato in un pentolino e fatelo sciogliere a fuoco dolce. Non è necessario il bagnomaria.
3. Una volta sciolto togliete dal fuoco, aggiungete l'acqua e mescolate finchè il composto sarà omogeneo. Poi versate il tutto nella ciotola piccola. E appoggiate questa nella grande.
4. Con le fruste iniziate a montare il composto finchè raggiunge la consistenza di una mousse (monterà man mano con il raffreddamento della prearazione). Porzionate nelle coppe.
5. Conservate in frigo. Estraetela qualche minuto prima di servire.

mousse cioccolato ricetta

PER IL DOLCE IN FOTO
ho preparato la mousse con 50 gr. di cioccolato fondente al 70%: si ottiene una mousse cioccolatosissima ma anche molto amara, pertanto ho aggiunto alla stessa 2 biscotti al caramello sbriciolati e l'ho posta nel bicchiere. Ho cosparso con uno strato abbondante di cioccolato bianco grattugiato e ho completato con chantilly francese (alias panna montata con 1/5 del suo peso di zucchero), cioccolato fondente grattugiato e cuoricini di zucchero e di cioccolato.

Per i VEGANI: consiglio di aggiungere al cioccolato fuso dello zucchero secondo il vostro gusto e la % di cacao (o biscotti veg); se scegliete lo zucchero di canna, passatelo qualche minuto nel  mixer prima di inserirlo.
Per guarnire con panna, invece, potete utilizzare della panna di cocco.

mousse cioccolato e acqua

mousse cioccolato ricetta light

Spero che la ricetta vi abbia in qualche modo incuriosito e invogliato a provarla :)
A presto,
by ogniricciouncapriccio

domenica 8 febbraio 2015

Evento #ioyogurt

Ciao!
Volevo raccontarvi della bellissima giornata che ho potuto trascorrere grazie a Danone lo scorso 4 febbraio.
Insieme ad altri blogger, sono stata invitata all'inaugurazione del nuovissimo temporary shop di Milano, nonchè ad assistere allo showcooking dello chef Alessandro Borghese con tanto di degustazione guidata di yogurt!
Inutile dirvi che mi sono divertita tantissimo: ho conosciuto bloggers simpaticissimi e lo chef Borghese è unico: davvero alla mano e disponibile... ci siamo fatti tante risate!!!

i piatti preparati allo showcooking


la degustazione


 Lo chef


 l'amministratore delegato


 la location (via fiorichiari 9, loc. Brera, Milano)


e un bellissimo selfie!


e ora qualche info ufficiale, se voleste fare un giro nel temporary shop (e ve lo consiglio!!!) o partecipare alle interessantissime attività proposte! (io mi prenoterei per il corso con Alessandro Borghese :P)
Per trovarlo su web, l'evento gira con l'hastag #ioyogurt


link al video della campagna
il sito -> http://www.ioyogurt.it/temporary-store

L'idea


“IO, YOGURT” NON E’ SOLO TEMPORARY STORE
 Parte oggi la campagna “Adotta anche tu uno yogurt" con la nuova strategia di contenuto YouTube Hero, Hub, Hel
Nell’ambizioso progetto di Danone di cambiare la percezione che gli italiani hanno dello yogurt, non poteva mancare 
una campagna volta ad aumentare l’engagement dei consumatori. L’inaugurazione del temporary store “IO YOGURT” 
– sito nel cuore di Milano e aperto al pubblico dal 6 al 26 febbraio - è quindi stata l’occasione per presentare, in 
anteprima, un video che darà il via alla campagna di adozione dello yogurt targata “IO, YOGURT”, a testimonianza del 
fatto che chi sceglie uno stile di vita sano, può affermare con orgoglio: “Io, yogurt.” 
Per ottenere la massima visibilità e garantire alla campagna una cassa di risonanza degna delle sue ambizioni, Danone 
ha deciso di puntare sul web e, in particolare, su YouTube, implementando tra i primi in Italia una strategia di 
contenuto video che segue l’innovativo approccio HHH, acronimo di HERO, HUB e HELP.  I contenuti HERO sono 
pensati per incrementare rapidamente la crescita dell’audience, con video ad alto impatto. I contenuti HUB vengono, 
invece, sviluppati con cadenza regolare per mostrare punti di vista sempre nuovi sul tema che si vuole comunicare. I 
contenuti HELP vengono strutturati sugli insight di ricerche effettuate per conoscere e proporre ai consumatori cio' 
che stanno effettivamente cercando quando si collegano a YouTube .
Prendendo spunto da questo modello, il primo video presentato (HERO) ha lo scopo di lanciare la campagna di 
adozione dello yogurt. Il video verrà supportato da una pianificazione in esclusiva su You Tube. Il mood scelto è quello 
dell’unexpected: è la storia di uno yogurt che si innamora di una giovane e bellissima ragazza che un giorno lo“sceglie” 
sullo scaffale frigo e lo porta a casa. Il suo amore però non sarà corrisposto e il povero vasetto di yogurt passerà le 
giornate in attesa di essere scelto dalla sua bella amata, ma lei, ogni volta che aprirà il frigo, sceglierà sempre 
qualcos’altro da mangiare: una mela per la carica giusta a inizio giornata, un tramezzino come spuntino spezzafame, 
una fetta di torta come dolce coccola serale. Fino al giorno della fatidica data di scadenza… Fortunatamente, la storia 
avrà un lieto fine perché anche la ragazza deciderà di adottare uno yogurt, gustandoselo in tranquillità, e il video si 
chiude con un appello rivolto a tutti: “Ogni giorno, migliaia di yogurt vengono abbandonati nel frigorifero. Poni fine a 
questa sofferenza, adotta anche tu uno yogurt.”
Questo messaggio verrà poi amplificato, nelle successive settimane, da una serie di contenuti (HUB) che 
raccoglieranno le varie adesioni alla campagna “IO, YOGURT” tra la gente comune, con qualche incursione di volti noti. 
Infine, per quanto riguarda il terzo livello della strategia video (HELP), allo scopo di intercettare quelle che sono 
risultate essere le ricerche più frequenti in rete legate allo yogurt, ovvero ricette e consigli utili, la campagna “IO, 
YOGURT” prevedrà anche tutta una serie di video dedicati a ricette, consigli di bellezza e altre risposte alle più comuni 
domande che gli utenti si fanno sullo yogurt (lo yogurt è adatto alle persone intolleranti al glutine o al lattosio? cosa 
sono i probiotici? …)
“Per noi, questo progetto realizzato in collaborazione con Google, è solo l’inizio di un percorso di interpretazione della 
strategia video digitale HHH che abbiamo intenzione di sviluppare, e stiamo già sviluppando, anche su altri brand di 
DANONE”, afferma Valeria Surico, Connection Marketing Manager di Danone. “L'inserimento del modello strategico HHH nelle nostre strategie digital, ha permesso di accelerare il processo di digitalizzazione dell'azienda e di collaborare 
con Google in un'ottica più ampia che va al di là della semplice pianificazione media.” “Avere successo su YouTube non significa solo creare video virali o ad alto impatto, significa piuttosto adottare una strategia giusta e in linea con gli asset di marca per interagire al meglio con la community di fan appassionati che ogni 
giorno carica video, li condivide, li commenta – spiega Paola Scarpa Business Unit Director, Google Italy –  La strategia Hero, Hub, Help di Google è stata sviluppata proprio per aiutare i brand a creare contenuti coinvolgenti e 
complementari per sviluppare un rapporto continuativo con i consumatori. Danone è stata una delle prime aziende in 
Italia ad aver compreso l’importanza di un approccio piu completo e ad aver scelto di implementare questa strategia di 
contenuto su YouTube”.

Visitatelo!!

by ogniricciouncapriccio