domenica 28 settembre 2014

Laureata!

Ve l'avevo già detto, no? In direttissima, praticamente l'avevo appena saputo...

Ebbene, il 26 settembre c'è stata la proclamazione ufficiale, quindi sono a tutti gli effetti una dottoressa!
Volevo tanto rendervi partecipi di questo mio traguardo, quindi vi lascio qualche scatto :)

La toga mi dona, vero?? :P


E con la famiglia quasi al completo! (qualcuno che scatta la foto ci deve pur essere, no?)


Che poi sono tanto tanto fortunata, sapete? Guardate cosa mi hanno regalato!


E poi, immagino vorrete vedere la torta, eh??

Beh, pensate che quando ho visto il kitchenaid ero talmente contenta da non sapere cosa farci!
Poi mio padre mi ha detto: "Fai una torta bella eh, ma che sia bella bella!".
E allora... ci ho provato :)

TORTA DI LAUREA

torta decorata

Pan di spagna bagnato con caffè e farcito con crema chantilly, stuccato con ganache al cioccolato bianco e ricoperto in pasta di zucchero. Scritte in ghiaccia reale. Rose in pasta di gomma.

pasta di zucchero

Pan di spagna
Ingredienti per una tortiera da 18 cm
125 gr. di uova (2 grandi c.a.)
87 gr. di zucchero semolato
75 gr. di farina "00"
25 gr. di fecola di patate
i semi di 1/2 bacca di vaniglia

Procedimento:
1. Imburrate e infarinate la teglia. Preriscaldate il forno a 190°C.
2. Incidete a metà la bacca di vaniglia ed estraetene i semi. Metteteli in una ciotola con le uova e lo zucchero. Montate il tutto fino a che l'impasto non "scrive" (10 min c.a. -> sollevando la frusta con la pasta dovete riuscire a scrivere, il composto deve cioè adagiarsi sull'altro rimanendo visibile).
3. Quando l'impasto scrive, incorporate le polveri setacciate, senza smontare le uova, mescolando dal basso verso l'alto.
4. Trasferite nella teglia e cuocete a 190°C per 20 minuti circa.

Bagna: 2 caffè (della moka).

torta decorata

 Chantilly francese:
120 gr. di panna fresca
24 gr. di zucchero semolato

Montare con le fruste panna e zucchero finchè capovolgendo la ciotola la panna non si muove.

 Ganache al cioccolato bianco (meglio se fatta la sera prima)
200 gr. di cioccolato bianco
100 gr. di panna fresca
4 gocce di olio essenziale al limone

Procedimento:
1. Portate a bollore la panna.
2.Quando bolle, aggiungete il cioccolato spezzettato. Mescolate finchè non è completamente sciolto. Lasciare raffreddare e mettere in frigo
3. Trasferite in una ciotola a sponde alte. Montare con le fruste.

torta decorata con pasta di zucchero

Assemblaggio: Tagliate in 2 il pan di spagna, bagnate i lati interni col caffè, segnate la circonferenza del piano inferiore con la ganache (come se faceste una diga) e riempite con la chantilly. Ricomponete la torta e stuccatela con la ganache. Lasciate riposare almeno una mezz'ora in frigo, sistemate bene la ganache in  modo che non ci siano dislivelli e coprite con la pasta di zucchero. Decorate a piacere :)

-> conservatela in frigo, nel portatorta, così non prende umidità!

ricetta torta decorata buonissima

torta decorata bellissima

E' stata un po' improvvisata e non è niente di che... se volete un tutorial alla prossima fotografo il passo passo! Basta scriverlo nei commenti :)

p.s. Sto seriamente pensando di lanciarmi nel business delle torte decorate (e non)... voi che dite?

A presto! By ogniricciouncapriccio

domenica 21 settembre 2014

Colazione a cinque stelle con... le brioches di Luca Montersino

Possiedo questo libro da circa sei anni. 
E' in assoluto uno dei più bei libri che abbia nella mia raccolta. E non parlo a livello di estetica, ma proprio di tecniche, insegnamenti e ricette.
E' da questo libro che io ho imparato a fare la crema pasticcera. E ad oggi, da tante volte che l'ho fatta, la preparo in dieci minuti. 
E' da questo libro che ho iniziato la mia collezione. 
E' da questo libro che ho intrapreso la "cattiva strada" della pasticceria.
Perchè da lì non mi sono più fermata. 
E anche se il più delle volte l'ho sfogliato con occhioni increduli (e tanto timore), dopo i croissant sfogliati, riusciti anche se impastati a mano, ho pensato che le brioche non potevano essere poi tanto "peggio". E infatti...

Brioches da colazione
Ricetta di Luca Montersino tratta da "Peccati di gola"

ricetta brioche

Ingredienti per c.a. 20 pezzi da 50 grammi circa l'uno

500 gr. di farina "00"
180 gr. di uova (per me, pesate erano 3 uova e 1 tuorlo)
180 gr. di burro
80 gr. di latte intero fresco a temperatura ambiente
70 gr. di zucchero
15 gr. di miele
15 gr. di lievito di birra fresco (per me 4 gr. secco)
10 gr. di rum (io non l'avevo, ho usato il whisky)
i semi di mezza bacca di vaniglia
2 gr. di buccia di limone grattugiata (l'ho omessa)

brioche facile

Procedimento

Mettete nel recipiente della planetaria la farina con il lievito di birra sciolto nel latte a temperatura ambiente, le uova intere, lo zucchero semolato, il miele, il rum, la buccia di limone e la vaniglia; azionate la macchina e lasciate impastare per circa 8 minuti a velocità ridotta (io ho fatto a mano, fino a che ho ottenuto un impasto bello liscio e omogeneo: la farina è stata sufficiente, ci sono voluti c.a. 15 minuti); trascorso tale tempo, unite il burro ammorbidito e sbattuto con una frusta a parte, facendolo incorporare all'impasto poco alla volta, terminate con il sale e finite di impastare per altri 5 minuti circa o comunque fino a quando non si ottiene un impasto liscio, omogeneo, ma sopratutto elastico (io ho aggiunto il burro a pezzetti poco alla volta: non appena la pasta aveva assorbito un pezzo ne aggiungevo un altro e così via: a mano ci sono voluti più di 20 minuti).
Lasciate lievitare a temperatura ambiente, coprendo con pellicola, fino al raddoppio dell'impasto, quindi rompete la lievitazione, impastando leggermente con le mani e riporre, sempre ben coperto di pellicola, in frigorifero per 3 ore circa (io l'ho lasciato per tre ore, ma anche se lo si lascia di più non è un problema, anzi, l'impasto ne guadagna in sofficità e digeribilità. Le tre ore sono comunque più che sufficienti per un ottimo prodotto finale).
Trascorso tale tempo, formate le palline con la pasta e disponetele sulle teglie a lievitare, possibilmente in un ambiente tiepido (30° C) e con un tasso di umidità elevato (80%). Se non ci fosse sufficiente umidità, coprite le teglie (e le palline) con il nylon (io le ho messe nel forno in modalità lievitazione e ci sono volute circa 4 ore perchè lievitassero - è critico il riscaldamento post frigo).
Una volta raddoppiate di volume, infornatele a 180° C, dopo averle lucidate con una miscela di tuorli d'uovo e panna, miscelati insieme nella stessa quantità (io ho utilizzato un tuorlo sbattuto con due cucchiai di latte: funziona egregiamente e non vi rimane la panna aperta).
Una volta fredde spolverizzate con abbondante zucchero a velo.

pasta brioche buonissima

N.b. Si conservano in sacchetti di plastica e, se congelate, mantengono inalterato il loro sapore e la loro morbidezza. Se le congelate, spolverizzate con lo zucchero solo dopo che sono completamente scongelate!

brioche ricetta

Sono buonissime e sofficissime. Facili da fare, meritano davvero. Provatele presto! :)

Con questa ricetta partecipo al contest "Una ricetta dal mio libro di cucina preferito" di Betulla



Un abbraccio, ogniricciouncapriccio

domenica 14 settembre 2014

Biscotti al farro per la colazione

Reinventarsi le ricette, quando le abitudini hanno la meglio, non è facile.
Prima (primi anni 2000, praticamente la preistoria), le abitudini erano non fare colazione.
Ma poichè saltare la colazione è male, le abitudini sono diventate  i biscotti comprati.
Ad ora, che avere una foodblogger in casa implica avere praticamente ciò che si vuole, si va di torte, croissant, spongade e... sì, ancora biscotti. Non di quelli confezionati però.
Che poi, il problema delle nuove ricette di biscotti è battere quei dannati cookies, baci di dama e canestrelli che tanto ci piacciono e avrò (ri)fatto milioni di volte.
Questi che vi propongo, però, pare abbiano fatto breccia: sono perfetti per la prima colazione, croccanti ed energetici, con un delicato aroma di vaniglia, si prestano anche per essere inzuppati :) 

Frollini al farro

biscotti ricetta con stampo in silicone

Ingredienti per 20-25 pezzi
160 gr. di farina di farro + quella per il piano di lavoro
75 gr. di zucchero di canna
110 gr. di burro
60 gr. di latte
45 gr. di farina di mandorle
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
un pizzico di sale 

biscotti al farro ricetta stampo silicone

Procedimento:

1. Lavorate il burro ammorbidito con lo zucchero di canna (usate un cucchiaio di legno o una forchetta). Aggiungete l'estratto di vaniglia.
2. Mescolate le due farine col sale e aggiungetele al composto di burro e zucchero alternandole col latte. Procedete così fino ad esaurimento.
3. Avvolgete il composto nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigo per almeno 1 ora.

4. Prendete l'impasto, stendetelo sul piano di lavoro ben infarinato ad uno spessore di c.a. 3/4 mm e dategli la forma che preferite. 
5. Adagiate i biscotti sulla placca coperta di cartaforno e cuocete a 180°C per c.a. 15 minuti (forno statico sopra-sotto, se vedete che sotto dorano prima, alzateli in modo che diventino uniformi).

biscotti facili ricetta senza uova

Per utilizzare gli stampi in silicone come in foto:

biscotti stampo legno silicone

biscotti stampo home made ricetta

-> Stendete l'impasto lasciandolo leggermente più alto e infarinatelo bene
-> Coppate delle forme più piccole rispetto al vostro stampo
-> Infarinate bene lo stampo in silicone e stampate il vostro biscotto: infarinate lo stampo per ogni biscotto!
-> Lasciate i biscotti così formati in frigo a riposare almeno mezz'ora: così facendo terranno meglio la forma.
-> Trascorso questo tempo cuoceteli come sopra.

biscotti stampo silicone ricetta

Spero vi siano piaciuti!

Con questa ricetta partecipo al contest "Un anno di colazioni: i Biscotti" di Letizia in Cucina in collaborazione con FIMOra



Bacioni, Ogniricciouncapriccio

domenica 7 settembre 2014

Croissant sfogliati di Luca Montersino

La scena è più o meno questa: dopo essere stata in libreria me ne sono uscita con un nuovo libro di cucina (e te pareva).
Arrivata a casa lo sfoglio e decido di darlo a mio fratello, chiedendogli di scegliere dei biscotti da realizzare.
Saranno passati si e no dieci minuti quando me lo vedo comparire davanti, occhioni da cerbiatto, sorriso a trentadue denti, libro aperto fra le mani. 
Mi dice: "Li ho guardati tutti, i biscotti, ma non mi ispirano mica tanto... facciamo i croissant con la crema?".
Urgh.
"Ma lo sai quanto ci vuole a fare i croissant?".
"..."

Morale: l'ho accontentato. Nonostante li abbia dovuti impastare a mano. Niente crema però :D

croissant ricetta Luca Montersino

Ve la posso dire una cosa? Sono IN ASSOLUTO i croissant migliori che io abbia mai mangiato. Sono soffici, sono sfogliati che è una meraviglia, ma soprattutto sono leggerissimi! Una nuvola, non pesano praticamente niente. Sono in lizza come il lievitato più leggero che io abbia mai fatto! Ode al maestro Montersino, sono meglio di quelli del bar! :)

CROISSANT SFOGLIATI
una ricetta di L. Montersino, tratta da "Croissant e biscotti"


Ingredienti (io ho ridotto le dosi, altrimenti avrei preparato croissant per tutto il paese... le mie sono in rosso, praticamente ho solo diviso per 5)

Per il lievitino 
225 gr. di acqua (45 gr.)
500 gr. di farina (100 gr., per me tipo "00")
70 gr. di lievito di birra (14 gr. fresco = 4 gr. secco)

Per l'impasto
1 kg di farina (200 gr., per me tipo "00")
300 gr. di zucchero semolato (60 gr.)
150 gr. di burro (30 gr.)
450 gr. di uova intere (90 gr., io ho messo un uovo e un tuorlo)
300 gr. di latte fresco (60 gr., latte intero)
30 gr. di sale (6 gr.)
40 gr. di malto in polvere (8 gr., se non l'avete potete sostituirlo col miele)
Volendo potete aromatizzare coi semi di vaniglia, ma non è necessario

Per sfogliare
750 gr. di burro (sarebbero stati 150 ma ne ho usati solo 90 gr. e il risultato è stato perfetto. Ho usato burro bavarese, dal sapore più delicato.)

croissant come quelli del bar

Procedimento (dal libro):

LIEVITINO: Impastate il lievitino senza farlo lavorare troppo, mettete la pasta in un contenitore con dell'acqua a temperatura ambiente (anche tiepida ma non calda! Non deve superare i 37/38°C) e lasciate fermentare fino a quando la pasta sale a galla (circa 10 minuti).
IMPASTO: Quando l'impasto è venuto a galla, mettetelo nell'impastatrice con gli altri ingredienti, tranne il burro che andrà messo dopo che si e formata la trama glutinica (cioè quando la pasta risulta essere liscia ed elastica) ed il sale, che andrà messo alla fine. (Io sono partita sciogliendo il lievitino nel latte, aggiungendo malto e zucchero, un po' di farina, un uovo ecc. ma su youtube c'è un video che mostra il procedimento corretto che sul libro non si capisce -sì, l'ho scoperto dopo!-).
Impastate nuovamente fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, quindi riponete la pasta per 10/12 ore in frigorifero. (io l'ho lasciata circa 18 ore usando 3 gr. di lievito e non è morto nessuno XD).
Trascorso tale tempo stendete la pasta in un foglio rettangolare spesso circa 2 cm, disponete nel centro della pasta il burro a temperatura ambiente (qui, mi raccomando usate pasta fredda e burro freddo che altrimenti fate un disastro), chiudete la pasta sopra il burro, stendete nuovamente e piegate in tre; lasciate riposare la pasta per 30 minuti in frigo, dopo di che stendete e piegate di nuovo in tre, poi dopo un altro riposo di 30 minuti in frigorifero procedete con l'ultima piega a tre. (io ho fatto le pieghe tutte in una volta perchè era mattino presto e faceva fresco. Se nell'ambiente in cui siete fa caldo, fate i riposi).
A questo punto fate raffreddare e riposare bene la pasta in frigorifero, quindi stendetela con il mattarello fino allo spessore di 3 mm.
Ricavate dei triangoli di pasta, arrotolateli per ottenere il croissant (triangoli isosceli, più sono lunghi e più viene bello il croissant).
Mettete sulle teglie con la carta da forno, fate lievitare in ambiente tiepido (30° C) per 2 ore circa, quindi infornate a 180 C per 15 minuti c.a. (ci vogliono tutti, ma io prima di infornare ho spennellato i croissant con un tuorlo sbattuto con 2 cucchiai di latte).
A fine cottura, fate raffreddare e farcite con crema pasticcera (facoltativo) e spolverate con zucchero a velo.

Eccoli post lievitazione, in forno e... finiti!

croissant sfogliati ricetta

croissant sfogliati

croissant recipe

croissant montersino

croissant sfogliati come quelli del bar

croissant ricetta

croissant ricetta montersino

Spero vi siano piaciuti! A noi un sacco!
Baci,
ogniricciouncapriccio


lunedì 1 settembre 2014

Macarons, proviamo la ricetta di un'amica speciale!

Sono la mania del web. E delle persone, specialmente negli ultimi anni. E poi di noi blogger (che mi fa ancora strano dire: "Ciao, sono Laura e faccio la foodblogger")
Il cruccio di molti, perchè difficili da preparare.
Io ve li avevo già proposti qui e anche qui. Poi, settimana scorsa, li ho rivisti ad una mostra mercato.
E, vuoi il caso, sul blog di una carissima "amica di penna", Jina, che ho conosciuto tramite web. E la voglia di mettersi a farli ha preso il sopravvento. Soprattutto, perchè a spiegare come fare qualcosa, non si è mai bravi abbastanza.
Quindi, stavolta, onde evitare qualsiasi dubbio, vi accompagnerò passo passo nella realizzazione di questo particolare dolcetto francese.

MACARONS
 ricetta tratta da "Pink piccadilly pastries", con esecuzione passo passo

macaron ricetta

Ingredienti per i gusci (2 teglie da forno):
3 albumi a temperatura ambiente (circa 90/100 gr.)
55 gr. di zucchero superfine (io ho usato lo zucchero fondente)
120 gr. di farina di mandorle
200 gr. di zucchero a velo

Procedimento
1. Prendete gli albumi vecchi e a temperatura ambiente.

macarons ricetta

 2. Montateli a neve ferma (capovolgendo la ciotola, la montata rimane lì).

macarons ricetta

3. Aggiungete piano piano (un cucchiaio alla volta fino a metà dose) lo zucchero fondente setacciato, e continuate a sbattere.

macarons ricetta

4. Ora aggiungete il colorante in gel.

macarons ricetta

5. Poi aggiungete l'altra metà di zucchero fondente, sempre poco alla volta e montando con le fruste.

macarons ricetta

6. Trasferite il composto in una terrina più grande. (Se serve).

macarons ricetta

7. Setacciate insieme farina e zucchero a velo. (e sperate che a voi non si rompa il setaccio proprio a metà dell'opera! In alternativa, mischiare con la frusta funziona bene, per chi non lo sapesse.)

macarons ricetta

8. Aggiungeteli al composto precedente in più riprese, mescolando con la frusta  delicatamente, per non sgonfiarlo. Una volta terminato avrete questo:

macarons ricetta

9. Trasferite il composto in una sac à poche con bocchetta liscia e fate dei piccoli tondi possibilmente tutti uguali (esistono i template su web) e un po' distanziati fra loro ( fatelo direttamente su teglia da forno coperta con cartaforno).

macarons ricetta

10. Sbattete la teglia in modo da far fuoriuscire le bolle d'aria e lasciate asciugare per circa 1 ora e mezza (finchè toccandoli non vi sporcate).

macarons ricetta

11. Trascorso questo tempo, infornate in forno già caldo a 150°C modalità ventilato per 15/20 minuti. Nel frattempo pregate che si formi la coroncina.

macarons ricetta passo passo

12. Il risultato dovrebbe essere questo. Lasciateli raffreddare lì, poi staccateli delicatamente dalla carta. Se sono ben cotti, si staccano praticamente da soli.

macarons ricetta passo passo

13. Farciteli come più vi piace: io ho fatto una ganache montata al cioccolato bianco e limone facendo bollire 100 gr. di panna con la scorza grattuggiata di 1 limone e 4 gocce di olio essenziale al limone. Una volta a bollore ho spento il fuoco e vi ho fatto sciogliere 200 gr. di cioccolato bianco a pezzetti. Ho lasciato raffreddare, messo in frigo e una volta ben freddo, montato in 2 volte (montare-frigo-montare) con le fruste. Armati di sac a poche versate una generosa quantità della farcitura scelta e assemblate il vostro macaron. Fatto?

macarons ricetta passo passo

14. Conservati in frigo e consumati il giorno dopo, sono ancora più buoni (sempre che ci arrivino)!!!

macarons ricetta passo passo

macarons ricetta passo passo

macarons ricetta facile

Un grande grazie a Jina per la ricetta, è ancora più buona della precedente che avevo fatto!

Spero che il post vi piaccia e soprattutto vi sia utile :) A presto!
By ogniricciouncapriccio