giovedì 28 gennaio 2016

Crostata con pasta frolla vegan all'acqua e olio

Ciao! 
Tra esami e stage, e meno di un giorno a settimana a casa, mi riesce un po' difficile avere il tempo materiale di scrivervi le ricette... perché sì, in quell'unico giorno io riesco anche a cucinare e fotografare :D E sì. le foto non sono sempre il massimo, ma pazienza.

Oggi vi propongo una ricetta nata da un video che ho visto su youtube, de Il goloso mangiar sano, -canale che fra l'altro mi piace un sacco -sulla pasta frolla vegana, che mi ha incuriosito e ho voluto cimentarmi. Ho provato la loro ricetta ma non mi ha convinto la consistenza della pasta, che con uno zucchero di canna a grana grossa rimaneva granulosa, poco liscia e tendente a spezzarsi. Così come volevo eliminare il latte vegetale, che poi usato in piccole quantità mi rimane aperto e devo sempre inventarmi altro per finirlo. 

Allora cosa ho fatto? Beh, semplice: ho scombinato la grammatura della ricetta e ho ricombinato gli ingredienti in modo tale che lo zucchero si sciogliesse e la pasta risultasse liscia e vellutata.
Nota importante che ho imparato per quando si fa una "frolla" all'olio è... usare il lievito: poco, ma ci vuole, altrimenti si rischia un prodotto durissimo e immangiabile.

Il risultato di questa ricetta si è poi evoluto in una crostata che, a casa, ha avuto anche maggior consensi di quella fatta con la frolla di un grande maestro. E con questo io ci sono rimasta di sasso.

Crostata con pasta frolla vegana all'acqua e olio


pasta frolla light senza burro

Ingredienti per una crostata da 20 cm di diametro (e avanza un po' di pasta)

180 g di farina di farro
80 g di zucchero di canna
60 g di acqua 
35 g di olio di riso 
20 g di amido di mais
3 gr. di lievito per dolci
i semi di mezza bacca di vaniglia (o 1 bustina di vanillina o altro aroma a scelta)
Un pizzico di sale
marmellata a piacere q.b.


ricetta crostata light all'olio e acqua

Procedimento
1. In una ciotola versare lo zucchero e mescolatelo con l'acqua, leggermente tiepida. Poi aggiungete l'olio, il sale e l'aroma.
2. Aggiungete anche la farina setacciata con il lievito e l'amido e impastate fino ad ottenere un panetto. Avvolgetelo nella pellicola e mettete in frigo a riposare per un'ora.

pasta frolla light ricetta

3. Dopodichè prendete la pasta, stendetela con il matterello e utilizzatela per foderare la tortiera che userete per la vostra crostata.  Preriscaldate il forno a 170°C.

pasta frolla senza burro ricetta

4. Eliminate i bordi in eccesso e preparate le strisce. Bucherellate il fondo e stendete uno strato omogeneo di marmellata. Terminate con le strisce e aggiustate il bordo.

crostata light ricetta senza burro e senza uova

5. Cuocete per circa 30 minuti o comunque finchè non sarà bella dorata. Poi lasciate raffreddare in teglia e solo una volta fredda sformatela.

crostata acqua e olio ricetta

Se la provate fatemi sapere, mi raccomando! Che ancora non mi capacito che per i miei sia così buona :D

A presto! 
by gniricciouncapriccio


10 commenti :

  1. Sembra splendida, salvo la ricetta!!!!
    A presto,
    Ale
    http://www.golosedelizie.com/2016/01/brioche-senza-impasto.html

    RispondiElimina
  2. adoro le crostate, molto buona la tua!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  3. Come ti capisco che il tempo vola tra una cosa e altra, avendo anche io i ragazzi che fanno università e corrono avanti e indietro , facendo i pendolari, tanto tempo perso che non riescono a fare niente'altro. Comunque sei riuscita afare una crostata niente male, anzi, si può mangiare una fettina in più, visto che è più leggera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. decisamente! :) Ma il tempo per le cose che piacciono si trova sempre, vero?!

      Elimina
  4. In bocca al lupo x tutto Lauretta...stringi i denti che poi potrai finalmente godere del meritato riposo e una full immersion in cucina :-P
    L'aspetto di questa crostata è davvero intrigante e le frolle alternative mi ispirano sempre..che dirti, la proverà appena la nutrizionista mi reinserirà lo zucchero nella dieta :-)

    RispondiElimina
  5. Ciao Laura,
    ho partecipato anch'io al contest sulle intolleranze e sono venuta a curiosare sul tuo blog. Mi complimento per le bellissime ricette! Da oggi ti seguo fra i lettori...
    Spero a presto!
    Anna

    RispondiElimina

Se l'articolo ti ha suscitato qualche domanda, critica o apprezzamento, scrivilo pure qui.
Dei commenti senza senso o lasciati tanto per, ne arrivano a sufficienza: a me non servono e a te fanno perdere tempo. Quindi evita, grazie.

N.B: I COMMENTI ANONIMI SARANNO ELIMINATI