sabato 3 maggio 2014

La mia treccia Bertelli

Dire che sono scioccata è poco.
Ancora non ci credo di esserci riuscita... Voglio dire, la vedete??
Dopo aver visto le foto sul blog della mitica Pinella ho deciso che dovevo assolutamente provarci...
Ho avuto qualche inconveniente di percorso perchè io mica le so le dosi del licoli e la differenza che ha con la pasta madre... E l'impastatrice quaggiù... sono ancora le braccia! Palestra gratis :P
Ho quindi modificato la ricetta secondo le mie esigenze, ma il risultato parla da sè: è durata mezz'ora più il tempo di fare le foto!!! Mi sono pentita di aver fatto metà dose! Infatti ho ne già un' altra in frigo a lievitare XD

Treccia Bertelli "rivisitata" 

ricetta treccia brioche

Ingredienti
200 gr. di farina "00"
50 gr. di farina manitoba
75 gr. di licoli rinfrescato 2 volte
70 gr. di zucchero semolato
100 gr. di latte
1 tuorlo
38 gr. di burro
2 gr. di sale
mezzo cucchiaino di malto
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
+
1 tuorlo
2 cucchiai di latte
granella di zucchero
zucchero a velo

ricetta brioche

Procedimento
Giorno 1
(h. 14) Per prima cosa, in una ciotola sciogliete il licoli nel latte tiepido col malto.
Con una forchetta amalgamatevi la farina manitoba. Mescolate fino a completo assorbimento. fate lo stesso per lo zucchero, il tuorlo, e la vaniglia. Infine versate anche la farina e il sale, iniziando ad impastare. Quando l'impasto sarà compatto, lasciatelo riposare 15 minuti in frigorifero. Contemporaneamente estraete il burro dal frigo e tagliatelo a fette.
Riprendete l'impasto e incorporatevi il burro poco alla volta. Impastate per una ventina di minuti o finchè appare incordato.
Lasciatelo riposare al caldo (io forno con la lucina accesa) coperto con pellicola per 1 ora.
Dopodochè riprendetelo, date un giro di pieghe, lasciatelo mezz'ora a riposare al caldo e ripetete l'operazione. A questo punto mettete l'impasto in frigo fino al giorno dopo.

Giorno 2
(h.7) Togliete l'impasto dal frigo e mettetelo nel forno con la lucina accesa.
Una volta che l'impasto avrà raggiunto la temperatura ambiente, date un altro giro di pieghe. 
Lasciatelo lievitare ancora, finchè appare bello gonfio. Ora riprendetelo, dategli la forma di una treccia e lasciatelo lievitare ancora un'oretta.
(h. 12) Spennellate la treccia con il tuorlo sbattuto con il latte, spargete un po' di granella e cuocete in forno già caldo a 180°C per 25-30 minuti circa. 
Lasciate raffreddare un attimo e poi completate il raffreddamento su una gratella. Spolverate con zucchero a velo.

ricetta treccia brioche

Mai fatto un lievitato così soffice e buono!


NB.

- La quantità di farina "00" è indicativa, potrebbe volercene di meno o di più. Se ve ne dovesse servire di più aggiungetene tranquillamente finchè l'impasto non è più appiccicoso ma fate quest'operazione dopo averlo fatto riposare in frigo.
- Se non avete il licoli usate il lievito di birra o quello madre: per le proporzioni vi rimando al post originale (link sotto il titolo)
- Io ho spennellato la treccia appena tolta dal forno con il latte: questo l'ha resa ancora più soffice!
- Se non avete il malto potete utilizzare il miele.

A presto, Baci! 
By ogiricciouncapriccio

20 commenti :

  1. Io invece non avevo dubbi che avresti creato un vero capolavoro :-D La passione che metti in quello che fai sa premiarti :-D
    Grazie tesoro x gli auguri e felice we <3<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei una delle persone più dolci che conosca qui sul web! Non credo esistano parole per esprimere quanto le tue parole mi rendano felice :D
      Un megaabbraccio e buona settimana!
      p.s. gli auguri erano d'obbligo!

      Elimina
  2. E ti è venuta bene si!! bella, morbida e deve essere buonissima!!
    a presto buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte i problemi in itinere, è venuta una bomba! I miei se la sono mangiata a piena bocca ;)
      Buona settimana, un bacio!

      Elimina
  3. Laura I love this recipe look so good!

    RispondiElimina
  4. Che brava! Soprattutto soppesando il fatto che la tua impastatrice sei tu! XD
    Complimenti davvero per l'ottimo risultato (a dirlo però è una profana in fatto di lievitazione, quindi spero valga lo stesso!)! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale un sacco!!! Anch'io non ho un buonissimo rapporto coi lievitati... a volte decidevano di non lievitare! E' tutta questione di pratica, poi quando vengono ti danno una soddisfazione enorme!!! :)
      grazie per essere passata, un abbraccio forte!

      Elimina
  5. Magnifica cara Laura sei diventata bravissima complimenti !!!!!!!
    Un bacione :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naaaah XD Sarò bravissima quando saprò fare delle spongade come le tue!!! :P

      Elimina
  6. Fantastica, è il mio dolce preferito sempre... potrei uccidere per una così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti piaccia! Potendo te ne manderei virtualmente una!!
      Grazie per essere passato e buona serata :)

      Elimina
  7. sembra davvero deliziosa, io la comincerei volentieri una giornata così

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io ne preparerei volentierissimo una al giorno! :P
      sono felice che ti piaccia! A presto :)

      Elimina
  8. E' bello vero Laura quando dopo tanto "piacevole lavoro" il risultato paga in questo modo? Bravissima , qui si vede veramente tutta la passione che hai per la pasticceria, tutto a mano e senza planetaria....sei fantastica! Un bacione cara

    RispondiElimina
  9. E' stupenda, complimenti... le tue braccia hanno lavorato davvero benissssimo!!

    RispondiElimina
  10. Ma quanto è bella questa treccia sofficiosa!
    Bravissima! :)

    RispondiElimina

Se l'articolo ti ha suscitato qualche domanda, critica o apprezzamento, scrivilo pure qui.
Dei commenti senza senso o lasciati tanto per, ne arrivano a sufficienza: a me non servono e a te fanno perdere tempo. Quindi evita, grazie.

N.B: I COMMENTI ANONIMI SARANNO ELIMINATI